23 Luglio 2024

Benvenuti nel BLOG di Vincenzo

Il blog realizzato mattoncino su mattoncino…!

L’Inquinamento idrico è un degrado della qualità d’acqua dovuto all’immissione di sostanze che ne modificano le qualità fisiche e chimiche e che ne impedisce il normale utilizzo. Queste sostanze sono rilasciate da eventi naturali (come una frana che rende torbida l’acqua) o da attività umane (come industrie, fogne…).

Nel caso dell’inquinamento naturale, come si crea da solo si aggiusta da solo, infatti, sempre nel caso della frana che rende torbida l’acqua, i suoi detriti dopo un po’ si depositano selle pareti delle falde acquifere e così l’acqua circola normalmente.

Invece nel caso dell’inquinamento antropico, le sostanze usate una volta iniettate nell’ambiente sono molto difficili da depurare.

Uno degli inquinamenti antropici è da parte da tutti i cittadini, da tutti i comuni, cioè stiamo parlando delle fogne. In realtà è normale che le fogne finiscano nel mare e che ogni cittadino scarichi i propri bisogni nelle fogne, ma i comuni dovrebbero comprare dei filtri, in modo che nel mare finisca solo acqua pulita, ma poiché costano quasi nessun comune ce li ha.

Altri inquinanti sono usati in agricoltura e sono i diserbanti, antiparassitari, insetticidi, perché vengono spruzzati sul terreno per garantire la crescita dei loro prodotti, ma comunque queste sostanze sono tossiche e penetrano nel terreno andando nelle falde acquifere che a loro volta vanno a finire in mare

Altri inquinanti sono il petrolio e gli idrocarburi che sono sostanze meno dense dell’acqua e per questo si posizionano alla superficie formando uno strato oleoso che non permette gli scambi di ossigeno tra aria e acqua distruggendo l’ecosistema acquatico. Ma non è solo questo, il petrolio è dannoso per la pelle degli animali, infatti, se una balena sale in superficie dove vi era depositato il petrolio, la sua pelle assorbe questa sostanza dannosa facendola morire.

Altri inquinanti sono le sostanze inorganiche che sono so-stanze con alto contenuto di fosforo e lo possiamo trovare dei detersivi, fertilizzanti…La loro eccessiva presenza rende particolarmente ricco l’ecosistema marino di alghe o piante acquatiche (fenomeno noto come eutrofizzazione). Una volta morte le diverse alghe, i batteri decompositori devono impiegare molto tempo nella decomposizione di quelle piante, ma soprattutto consumano molto ossigeno che serve ai diversi animali per la vita che possono rischiare la morte.

Altri inquinanti sono i metalli pesanti che sono in grado di avvelenare o uccidere gli organismi viventi. Metalli pesanti sono il mercurio, il piombo, il cadmio…Le industri che utilizzano questi materiali, prima di scaricarli in acqua, devono trattarli eliminando ogni residuo.

Cow automation farming agricultural

Infine come inquinante abbiamo le sostanze derivanti da scarti alimentari che sono materiali con alto contenuto di carbonio e azoto. Una grande presenza di questi scarti nell’acqua può farci comparire microrganismi che possono causare diverse malattie

L’acqua è una risorsa essenziale per la vita dell’uomo e di tutti gli altri esseri viventi. Senza acqua non esisterebbe nulla e perciò ce la dobbiamo tenere stretta, se continuiamo ad inquinarla prima o poi non ce ne sarà più di potabile ed arriverà quindi la nostra fine.

 Allora inizia tu! Inizia a non buttare plastica o altra spazzatura nel mare, perché è dal piccolo che si inizia, per poi ingrandirsi e risolversi!

Vi voglio lasciare anche il link del PowerPoint sull’inquinamento in generale…

L’inquinamento

…ma anche il PowerPoint da sfogliare nell’articolo

L‘inquinamento